1. Punta Contessa - Il corallo
  2. Punta Contessa - Il sifone
  3. Secca della balena
  4. Secca dei cinque
  5. Secca del diavolo
  6. Secca dell'ombrello
  7. Secca del pilone
  8. Relitto dell'Angelica
  9. Secca di Punta Falcone
  10. Cernie di Lavezzi
Il Cristo: -14/-25
Immersione "simpatica", davanti alla rena bianca, spiaggia di S. Teresa.
Una statua in bronzo sommersa nel 1985, circondata da cocci di anfore romane e bei granchi.
Angelica: -8/-22
Relitto di un cargo affondato nel 1982, diviso in 2 tronconi. Belle corvine e qualche murena.
Video
Punta Contessa. In questa punta si possono fare quattro splendidi tuffi:

 

Il sifone: -8/-22
Tramite un bel passaggio ci si introduce in una grotta ricoperta di parazoantos.
Il fungo:
Un'enorme camera di granito con più punti di uscita dove regna una pace "cosmica" e lo sguardo viene attratto dal blu che si intravede dall'interno.
Il corallo: (-34)
Bella discesa tra grandi massi di granito dove all'improvviso tramite una fenditura si entra in una sala la cui volta è ricoperta di corallo rosso fiorito e nella sottostante spaccatura è facile scoprire le "cicale" e qualche merluzzo. Video
Il corallo: (-40)
Immersione per esperti. Una bella passeggiata sulla batimetrica tra pareti di granito e sabbia: una bella e significativa grotta con corallo "serio".
Secca dei 5
L'abbiamo chiamata così per via dei 5 cormorani che la sorvegliano sul vicino scoglio. La mia preferita. Una spaccatura da "cattedrale" dove da -14 si affonda ai -27 facendosi spazio tra le gorgonie rosse e gialle. Si fa visita a un cernione che là in fondo nella sua tana non da molta confidenza. Spettacolare, merita almeno 2 tuffi.
Secca dell'ombrello
Si contende con la "Secca dei 5" il titolo di mia preferita. Due panettoni di granito che ad un miglio circa dalla costa salgono dai -50 ai -7/8. In primavera e in autunno è facile imbattersi in ricciole, mentre la cernia c'è sempre. Esposta come la "Secca dei 5" ai venti del 3° e 4° quadrante, si può visitare quando il Ponente lo consente.
Parco Marino Lavezzi: Secca delle Cernie
La famosa e ormai troppo frequentata secca dove le cernie ci circondano e ci osservano da vicino. Basta andare una volta per dire: "ci sono stato anch'io".
Secca Ovest Lavezzi
A differenza della sua sorella qui il pesce c'è, lo si vede, ma rimane giustamente sospettoso. La flora è intatta e ci sono soprattutto pochi subacquei. Bella! Video
Secca del diavolo
È la secca più a Sud-Ovest di Capo Testa, a 2 miglia dalla costa. Dalla batimetrica dei 50 mt sale uno scoglio fino a -8 mt. Con venti da grecale abbiamo una corrente di 3 nodi. Immersione molto vasta, adatta a sub esperti.
Punta Falcone
Come la Secca del Diavolo necessita di condizioni meteo ottimali. Essendo sulla punta più estrema della Sardegna possiamo incontrare pesce di passo e qualche cernia. Da -5 mt a -35 mt, adatta a sub esperti.
La balena
Si trova nella baia di Capo Testa a ridosso dei venti di maestrale. Passeggiata subacquea a partire da -8 mt dalla baia fino alla punta della balena, dove alla profondità di -25 mt raggiungiamo un bellissimo "canyon" tra due secche con gorgonie rosse, dentici, pesce di passo. Adatta a tutti i sub.

Centro Sub Marina di Longone
via Tibula, 11
07028 - Santa Teresa Gallura
cell.+39 338.6270054
marinadilongone@gmail.com